Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

Archive for giugno 2005

Il prezzo della libertà di parola

with 2 comments

Siccome in questo e in quasi tutti i blog è in vigore il primo emendamento della Costituzione americana (anche se gli americani, in questo e in altri periodi storici, stanno facendo di tutto per dimenticare sia quel primo emendamento sia molte delle loro so-called "libertà civili") raccolgo – pur con una settimana di ritardo – l’invito di Paolo Valdemarin a diffondere il comunicato stampa nel quale molti Internet service providers denunciano il canone occulto sulle telefonate via Voip (Voice over internet protocol) che Telecom vorrebbe imporre agli utenti che non usano Alice o Tin, così da limitare e tenere alto il prezzo dell’adsl flat (con tutte le conseguenze che questo avrebbe sulla cultura italiana – e non parlo di cultura digitale, ma di cultura in generale). Il mio dovere, perché questo dovrebbe essere un dovere per tutti, l’ho fatto, i miei 25 lettori di manzoniana memoria ora sanno.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

26/06/2005 at 11:31 am

Pubblicato su Uncategorized

La mutazione dei giornalisti

with 3 comments

Una volta i giornali avevano bisogno molto meno degli uffici stampa. Ora i comunicati stampa, per i giornali locali ma anche per quelli di dimensioni maggiori, sono diventati quasi essenziali. Il fatto è che, a parte pochi esempi da conservare in una teca, i giornalisti non esistono più. Ho esagerato: diciamo che i giornalisti si stanno rarefacendo, sostituiti da abili professionisti del desk e delle pubbliche relazioni (che anche una volta erano importanti, ma non essenziali come adesso). Una volta un giornalista conosciuto era Indro Montanelli, ma lo era per gli articoli che scriveva, adesso è quello che intasa il maggior numero possibile di canali televisivi.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

25/06/2005 at 2:57 pm

Pubblicato su Uncategorized

Typepad in italiano

with 13 comments

Hanno cominciato a tradurre Typepad in italiano. Da quanto vedo, per adesso sul sito nella nostra lingua ci sono la possibilità di abbonarsi, la spiegazione di che cos’è Typepad e le faq. Oggi o domani guarderò meglio; non in questo momento perché fra poco c’è la settima partita, quella decisiva, fra San Antonio Spurs e Detroit Pistons per assegnare il titolo Nba 2005.

AGGIORNAMENTO DEL 24 GIUGNO ALLE 10.25. A Luca quel che è di Luca: quando ho scritto il mio post non l’avevo notato, ma Typepad in italiano era stato annunciato ieri su Pandemia, che ha promesso alcuni dettagli per oggi.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

24/06/2005 at 2:29 am

Pubblicato su Uncategorized

L’intelligenza e le polemiche

with one comment

Tutto cominciò involontariamente con una delle scene digitali di Vittorio Zambardino. È finita, spero, con queste due righe, colme di sarcasmo, nel blog dello stesso Zambardino. E nel mezzo? Nel mezzo una polemica, che non è salutare soltanto se condotta da persone poco intelligenti. Quelle intelligenti (e non permalose) cercano di imparare. Io intelligente non sono ma, avendo da apprendere anche le cose più ovvie della blogosfera (che non so ancora cosa sia, mi sembra un sistema per mettere insieme il New York Times, Novella 3000, i giornali porno, Famiglia cristiana e quattro pagine del foglio di quartiere ciclostilato in proprio), faccio finta di esserlo e leggo, seleziono, giudico (fra me e me) e distillo ciò che mi sembra più meritevole. Forse un giorno farò polemica anch’io.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

18/06/2005 at 1:43 am

Pubblicato su Uncategorized

L’Italia resta indietro?

leave a comment »

A fine maggio a Seoul ci sono stati il 58esimo World newspaper congress e il 12esimo World editors forum. Ne ha parlato anche Massimo Russo nei suoi Cablogrammi, indicando qualche spunto interessante, ma quello che mi interessa notare per ora è che – stando ai programmi – a nessuno dei due congressi era stato invitato a parlare un italiano. Mentre fuori d’Italia si discute del futuro della stampa, della televisione e dei mass media in generale, da noi si seguono con maggior interesse le beghe sulle nomine più o meno politiche del nuovo consiglio di amministrazione della Rai. Non dico che non si debba fare, è necessario e indispensabile tenere sotto controllo anche quello, ma non bisogna rischiare di rimanere arretrati, troppo arretrati, quasi esclusi dal futuro.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

15/06/2005 at 7:57 pm

Pubblicato su Uncategorized

Ricucci superstar, riflettori sull’ex signor Falchi

with 2 comments

La settimana scorsa avevo accennato alla scalata di Stefano Ricucci alla Rcs Media Group. Anna Falchi è perdonata: lei, che il 2 luglio sposerà il suo Stefano, parla con le parole dell’amore, anche se ha un’idea un po’ alterata delle possibilità attuali di un ragazzo e di una ragazza normali ("Per ora andremo in una casa da giovane coppia: 180 metri quadrati con terrazza"); Claudio Gatti, invece, giornalista del Sole 24 Ore, ha fatto un documentato pelo e contropelo, un’inchiesta approfondita sull’immobiliarista romano che ha già il 20 per cento dell’editrice del Corriere della Sera. Un’analisi serrata delle proprietà e del passato di Ricucci. Riassunto: pur non essendo proprio un poveraccio, non sarebbe così ricco come dichiara di essere e su alcune sue operazioni ha messo il naso anche qualche Procura della Repubblica (che si occupò di lui pure quando, in gioventù, faceva l’odontotecnico). I numeri non tornano, insomma, tanto che c’è chi continua a sostenere che dietro Ricucci ci siano Banca Intesa e il suo presidente Giovanni Bazoli.

 

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

15/06/2005 at 1:07 am

Pubblicato su Uncategorized

Corporativismo, parte seconda: le querele e le condanne

leave a comment »

Lo avevo promesso nei commenti al post precedente, ma non è soltanto per questo che sto scrivendo. È che il corporativismo dei giornalisti, fastidioso quanto umanamente comprensibile, come tutti i corporativismi, a volte diventa simbolo palese di ingiustizia: e qui è più difficile da far accettare, soprattutto quando si predica il contrario. Parlo, per esempio, di giornalisti querelati o condannati per diffamazione.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

14/06/2005 at 11:51 pm

Pubblicato su Uncategorized