Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

La sfida americana

leave a comment »

Spesso conservatori al momento di votare ma altrettanto spesso innovatori quando si tratta di pensare (con un pizzico di ingenuità in più della maggior parte degli smaliziati europei). Questa sommaria descrizione degli americani ben si adatta anche ai progetti di innovazione nel giornalismo. Non si tratta di esperimenti confinati in gruppi ristretti: di recente il Los Angeles Times aveva lanciato il progetto di wiki aperti ai lettori (sospeso per la maleducazione di qualcuno) e Bayosphere, grande comunità online dell’area di San Francisco, ha lanciato il progetto covato a lungo da Dan Gillmor, quello del "citizen journalist". Non è tutto oro quel che luccica, sia chiaro, e sul citizen journalist dovranno ancora essere spesi tempo e riflessioni, ma spiace comunque dover sempre far riferimento agli Stati Uniti (o al Giappone o all’India o alla Cina) per ogni innovazione, quasi che l’Europa e l’Italia non fossero più capaci di pensare in grande. Ne parleremo, forse, un’altra volta, adesso mi interessa il manifesto del citizen journalist.

L’ho chiamato "manifesto", ma ho sbagliato. Sono regole di deontologia che devono guidare quei giornalisti e che, lo dico sommessamente, dovrebbero essere rispettate da chiunque voglia essere chiamato giornalista, sia egli un normale cittadino o sia uno che fa quel lavoro come professione principale.

Il motivo per cui, secondo Gillmor, uno dovrebbe diventare un citizen journalist non è molto incoraggiante, ma dobbiamo prendere atto della scarsa credibilità attuale della categoria in generale (se questo sia giusto o no è un discorso diverso): "Tired of the way the news is reported in the major media? Want to amplify what you are reading and hearing in the press? Want to tell your neighbors what’s happening? Did you see something newsworthy?".

Le regole da accettare prima di potersi registrare e poter quindi scrivere su Bayosphere come citizen journalist sono poche ma sono quelle fondamentali. Lo dico con amarezza: se tutti le rispettassero in Italia (e anche negli Stati Uniti o in Gran Bretagna) avremmo forse giornali meno urlati, che fanno meno colpo, ma più credibili. Ho la sensazione, però, che questo interessi poco a molti giornalisti e alla maggior parte dei direttori e degli editori. Ecco le regole che deve accettare il citizen journalist di Bayosphere. Mi vien da dire che sono le regole del journalist, senza altri appellativi:

"By submitting this form, I agree to be accurate, complete, fair and transparent in my postings on Bayosphere. My work will be my own, created by me and/or in collaboration with others. I will operate with integrity.
I work in the community interest.


As a citizen journalist, I report and produce news explaining the facts as fairly, thoroughly, accurately and openly as I can.

* Fair: I’m always listening to and taking account of other viewpoints;
* Thorough: I learn as much as I can in the time I have, and point to original sources when possible;
   
* Accurate: I get it right, checking my facts, correcting errors promptly and incorporating new information I learn from the community;
   
* Open: I explain my biases and conflicts, where appropriate.

I may also provide reviews (such as a critique of a movie or book) and commentary with a point of view based on facts, but I will have no significant financial or otherwise direct connection (membership, affiliation, close relationship, etc.) with an interested party.


If I do have such connections, I’ll disclose them prominently, and my work may be labeled and/or categorized appropriately.

I agree, as an active member of this community, to help uphold the integrity of this pledge by challenging and reporting inappropriate postings or abuse."

Serve altro?

AGGIORNAMENTO DEL 5 LUGLIO ALLE 15. Blog4biz riporta la notizia che l’Ona (Online news association), nell’assegnazione dei propri premi annuali, terrà conto anche dei citizen journalists.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

04/07/2005 a 10:34 am

Pubblicato su Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: