Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

Piccolo è bello?

with 5 comments

Dall’edizione di domani il Guardian diventa berliner (non significa che si sposta in Germania, è soltanto il nome di un formato, come quello che ha la Repubblica in Italia o la Vanguardia in Spagna). Un passaggio che si può seguire online nel blog del direttore del sito internet, Victor Keegan. Sto cercando di raccapezzarmi nei formati: il tabloid (che viene chiamato “compact format” quando è adottato da giornali cosiddetti seri come il Times) è, più o meno, 30 centimetri di larghezza per 37,5 di altezza. Il berliner è 31,5 per 47, il broadsheet classico è 37,5 per 59,7 (in Italia, tanto per fare un esempio, ci va vicino il Sole 24 Ore che è, roughly, 40 per 55). Mi stavo chiedendo se c’era un nome per il formato attuale del Corriere della Sera (più o meno 35 per 50), per me scomodissimo: piegato in due non è piccolo come Repubblica e si rifiuta di farsi piegare in quattro come il Sole o la Stampa, per cui diventa paradossalmente il giornale più grande di tutti quando lo si tiene in mano senza leggerlo.
Comunque il formato non è l’unico cambiamento radicale nel Guardian. Come si può vedere dal titolo di questa prima pagina il giornale inglese punta molto anche sul colore.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

11/09/2005 a 2:03 pm

Pubblicato su Uncategorized

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Buon blog. Di questo tipo e fattura, nell’ambito dell’informazione nello specifico, se ne trovano pochi in giro. (Anche tra quelli aggregati, a dire il vero.)
    Buon lavoro.

    Monty

    11/09/2005 at 4:07 pm

  2. ue…
    ma te senti radio deejay…
    sono le stessime cose che ha detto linux circa DUE GIORNI FA…
    certo che sei un tipo originale,nè?
    oppure sei il ghost writer di qualche altro celebre deejay…
    vorrei ma non posso

    alessandro

    11/09/2005 at 10:24 pm

  3. Grazie Monty, fa sempre molto piacere sapere che il piccolo sforzo che uno fa è apprezzato.
    Per il troll che di tanto in tanto, con soprannomi diversi, infesta i commenti seri (positivi o negativi che siano): è una mia grave lacuna, ma non ascolto radio deejay.
    Vedo che comunque il blog ti interessa, altrimenti utilizzeresti il tuo prezioso tempo per fare altro. Benvenuto!
    (vale anche per i prossimi commenti, così non perdo tempo a ripetermi)

    Carlo Felice

    12/09/2005 at 1:07 am

  4. ciao!
    un bel giornale sghembo sì che farebbe notizia!

    luigi

    12/09/2005 at 11:44 am

  5. La comodità di lettura non sarebbe il massimo, tuttavia il primo numero lo comprerebbero in tanti, tanto per provare😉
    Per il troll: degli stessi argomenti parla anche Luca Sofri su Wittgenstein (qui e qui). Ovviamente non mi sognerei mai di dire che ha copiato me o Linus. Ooops, ho dimenticato la regola numero 1: never feed a troll. Ma in fondo è simpatico, per una volta gli si può dar anche da mangiare e si fa un’opera di bene stando ad ascoltare chi nella vita non ha nulla di meglio da fare che insultare il prossimo.

    Carlo Felice

    13/09/2005 at 12:04 am


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: