Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

Prima di chiudere Italia.it, diteci chi ha sprecato decine di milioni di euro

with 5 comments

Francesco Rutelli, che aveva annunciato trionfante insieme a tutto il Governo il varo di Italia.it, ora dice che sarebbe meglio chiuderlo. Non c’è niente di male a cambiare idea, ma non basta signor ministro. Prima che Italia.it venga disonorevolmente sepolto, vogliamo sapere chi sono i politici che hanno sprecato decine di milioni di euro e chi sono i tecnici che si sono portati a casa i soldi per fare un prodotto così scadente.
Non basta dire "Il sito non funziona, lo chiudiamo", visto che si parla di gestione della cosa pubblica. Tanto per essere chiari e non girare intorno alle cose, risponda alle domande che da tempo sta facendo Scandaloitaliano. Poi provveda a punire o a far punire i colpevoli e alla fine celebri pure il funerale di Italia.it.

A proposito: vorremmo sapere anche se è vero ciò che è scritto in questo commento di Downloadblog e, nel caso, sapere perché si è lasciato il dominio di un portale pubblico in mano a un privato cittadino.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

19/10/2007 a 2:00 am

Pubblicato su Uncategorized

5 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. A proposito del commento su Downloadblog, basta una rapida ricerca per rendersi conto che il dott. Francesco Proietti, direttore del Caspur (http://www.caspur.it/ilconsorzio/chisiamo/organi.html) e il geom. Francesco Cosimi Proietti, segretario particolare di Gianfranco Fini (http://it.wikipedia.org/wiki/Francesco_Cosimi_Proietti) sono due persone distinte e *quasi* omonime.
    Tra le altre cose il Caspur (che è un consorzio interuniversitario i cui scopi non di lucro sono qua enunciati: http://www.caspur.it/ilconsorzio/chisiamo/statuto/34.html ) è semplicemente il registar (non il registrant), e Proietti è il tech contact, insieme a De Venere della presidenza del consiglio dei ministri.
    Il registrant, come logico, è la presidenza del consiglio dei ministri, e l’admin contact un certo Salvatore Tucci, sempre della presidenza.
    Ci vogliono trenta secondi ad appurare tutto questo, senza bisogno di aspettare la risposta di Rutelli🙂

    vic

    21/10/2007 at 1:42 am

  2. Facciamo un minuto? 😉
    Grazie per la precisazione, che comunque riguarda un aspetto che non avevo dato assolutamente per scontato. Copio e incollo: “se è vero ciò che è scritto in questo commento di Downloadblog”; ora so che non è vero.
    Non è comunque quello che vorrei sapere da Rutelli; quello che mi piacerebbe dicesse è chi si è intascato i soldi del progetto Italia.it e che cosa è accaduto per fargli cambiare idea rispetto alle trionfali dichiarazioni di pochi mesi fa (quando la situazione, lo sappiamo tutti, era identica a quella di oggi).

  3. E’ accaduto che centinaia di persone avevano già firmato a metà luglio una lettera indirizzata alla Corte dei Conti, alle autorità di controllo, alla magistratura. Dopo l’annuncio di Paolucci che per la BIT 2008 non se ne sarebbe fatto nulla, visto che su questo il Rutelli ci aveva messo la faccia più volte, il piacione ha pensato bene che forse era il caso di cominciare a smarcarsi e quindi… via col salto della quaglia!
    http://millionportalbay.wordpress.com/indagine-su-italiait/
    http://millionportalbay.wordpress.com/2007/10/21/italiait-esperimento-fallito-sul-web/
    http://millionportalbay.wordpress.com/2007/10/20/italiait-e-ora-diamogli-un-premio/

    frap1964

    21/10/2007 at 8:58 pm

  4. Al minuto ci si arriva perché il whois di nic.it ha il “captcha” che fa perdere un po’ di tempo🙂
    Comunque scusatemi il tono, ma mi metto nei panni di questo dipendente del Caspur che da marzo si vede tirato in ballo e accostato a vicende giudiziarie di puttanieri assortiti, perché un “so-tutto-io” (il commentatore di Downloadblog) non solo ha cercato la persona sbagliata su Wikipedia, ma non è stato neanche capace di leggere l’output di un whois e chiama “detentore” di un dominio quello che è il tech contact.

    vic

    21/10/2007 at 11:31 pm

  5. Tutto perfettamente chiarito mi pare (si ode ancora in lontananza l’eco del turbinio della rotazione degli attributi di Francesco Proietti; il direttore del Caspur, voglio dire)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: