Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

L’orgoglio dell’ignoranza

with 3 comments

Ho partecipato a una riunione di giornalisti e ingegneri informatici, il mese scorso. Ho fatto qualche domanda, nulla di straordinariamente complicato (anche perché le cose straordinariamente complicate non le conosco…), ma alla fine c’è stato chi mi guardava con un sorrisino ironico e di compatimento, pensando: guardalo lì, quello che pensa ai computer e a internet invece di cercare di fare bene il giornalista. Ecco, io mi auguro soltanto che un giorno a persone del genere venga consegnata una lettera di licenziamento nella quale sia scritto: ci dispiace, lei non può più fare questo lavoro se non conosce neppure la differenza fra download e upload. Sarebbe la prova che le aziende editoriali hanno capito che la nostra professione, pur mantenendo le basi tradizionali, si deve inesorabilmente evolvere: chi sa tutto sulla penna d’oca ma nulla sui processori è una persona rispettabilissima e può fare mille lavori, ma non il giornalista.

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

25/12/2007 a 11:54 pm

Pubblicato su Uncategorized

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Condivido e si potrebbe dire la stessa cosa dei politici (nel mio caso locali) che si “vantano” di non usare internet, di non conoscere la rete, salvo poi curare le politiche sociali e quelle giovanili. Mi pare che molto meglio (anche da un punto di vista di contatto con i suoi cittadini) abbia dimostrato di saper fare la regina d’Inghilterra Elisabetta con il suo canale video su YouTube.

  2. Ma quanto sono d’accordo con te.
    Ah quanto!!!
    Resistere, resistere, resistere!
    Ne approfitto per augurarti un ottimo 2008!
    Ciao
    Alfredo

    Sir Drake

    27/12/2007 at 11:07 pm

  3. Carlo, noi giornalisti più dobbiamo andare avanti, più dobbiamo sapere tutto. Non tutto di tutto, sia chiaro, ma un po’ di tutto. Per il resto c’è l’aiuto di manuali, almanacchi, e soprattutto google, ormai imprescindibile: se si sa come e dove cercare, si trova qualsiasi argomento, e si possono reperire soprattutto dati molto attendibili e utili. A saperli riconoscere, però, è lì la bravura.
    Io sono anche wikipedista, nel senso che creo voci per l’enciclopedia, e spesso ho rivisto mie note biografiche ripubblicate pari pari su quotidiani, gli stessi che però ignorano i miei cv… Misteri!

    CasoBeffardo

    02/01/2008 at 2:19 am


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: