Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

Sei uno che si lamenta o uno che lavora a testa bassa? Sei Maradona o Oriali?

leave a comment »

Antenna Tre Nordest è una televisione – o meglio: un gruppo che mette insieme alcune emittenti – che è in crisi. E fin qui, purtroppo, poco di nuovo: è una situazione in cui si trovano molti. L'editore, Thomas Panto, dalla sede di San Biagio di Callalta (Treviso) ha inviato a tutti i dipendenti una lettera. Probabilmente sono un ingenuo io, ma non mi sarei mai aspettato, conoscendolo un po' e un po' stimandolo, di leggere una lettera scritta con un tono da moderno padrone delle ferriere.

Forse lui non se n'è reso conto, forse è convinto di aver semplicemente richiamato i dipendenti a stare uniti in questo momento di difficoltà: proprio per questo è bene che qualcuno gli dica con serenità che ha sbagliato soprattutto a creare i due gruppi: è sbagliato scrivere che chi si lamenta è anche chi non fa nulla mentre i bravi sono coloro che lavorano a testa bassa senza dire nulla. Se fosse così, Oriali (e prendo comunque uno che ha giocato in nazionale) sarebbe stato un calciatore più bravo di Maradona.

Siccome chi legge non può fidarsi della mia semplice parola, vi metto a disposizione i documenti: ecco il lancio dell'agenzia Ansa che parla della crisi ad Antenna Tre e la lettera di Thomas Panto inviata oggi ai dipendenti. Quelle tratte sopra sono le mie personalissime conclusioni, per parafrasare Rino Tommasi.

 

Ansa – 9 marzo alle 16.30

L'assemblea dei giornalisti e dei tecnici di Antenna Tre – Free Tv ha affidato all'unanimità al Comitato di Redazione e alle Rsu un pacchetto di giornate di sciopero da definire contro il piano di interventi per superare lo stato di crisi presentato dall'azienda e il mancato pagamento degli stipendi. I giornalisti, le giornaliste e i tecnici delle redazioni di Antenna Tre – Free Tv non ricevono le retribuzioni da gennaio, oltre al saldo della tredicesima ricevuta fino ad ora nella misura del 50% – è stato reso noto – e non hanno alcuna certezza di poterli ricevere nell'immediato futuro. Una situazione ormai non più sostenibile. Ad aggravare la situazione la dirigenza aziendale ha presentato un piano di taglio dei costi che prevede ben otto licenziamenti su 30 giornalisti dipendenti. Nel corso di svariati incontri con l'azienda i rappresentanti sindacali dei giornalisti hanno proposto di evitare i licenziamenti con il ricorso a un contratto di solidarietà, ma l'azienda si è detta disponibile a ricorrere a questo strumento, che riduce l'orario di lavoro e le retribuzioni, solo a patto che oltre un terzo dei dipendenti ne sia escluso. «I giornalisti e il loro sindacato – è stato detto – non possono accettare di sottoscrivere accordi discriminanti, che dividono i lavoratori tra buoni e cattivi. Il Comitato di Redazione e le Rsu valuteranno nei prossimi giorni l'evoluzione della trattativa in base alla quale verranno programmate le giornate di sciopero».

 

Lettera dell'editore di Antenna Tre Nordest

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

14/03/2012 a 9:42 pm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: