Carlo Felice Dalla Pasqua

Mu. Has the dog Buddha-nature?

Posts Tagged ‘mario tedeschini-lalli

La disruption, il futuro digitale e la privacy (Cortina, giorno 4)

leave a comment »

Giuseppe Granieri, Raffaella Menichini e Mario Tedeschini Lalli

Giuseppe Granieri, Raffaella Menichini e Mario Tedeschini Lalli sul futuro dell’informazione – 10 luglio 2014

«Hai organizzato davvero un bel ciclo di lezioni». Quando un giornalista ultrasettantenne mi ha detto questa frase e in questi quattro giorni gli argomenti delle lezioni sono stati il data journalism, l’architettura dell’informazione, il civic journalism e la “disruption” del giornalismo tradizionale, un po’ di legittimo e umano orgoglio mi è rimasto (anche se avesse un po’ esagerato, come è possibile). Il merito, ovviamente, è stato di chi ha saputo raccontare quegli argomenti in modo originale, ossia dei relatori.

Gli ultimi, last but not least, sono stati Mario Tedeschini Lalli, Raffaella Menichini e Giuseppe Granieri: personalità diverse, unite però da un filo conduttore: il giornalismo sopravvissuto fino agli anni ’90 è morto, a prescindere dal supporto che si usa.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

11/07/2014 at 7:00 am

Strumenti gratuiti (o quasi) per il giornalista digitale

with one comment

Questo è un post di servizio e serve soltanto per rendere visibili anche a chi non era a Varese, alla prima edizione di Glocal News, le slide dell’intervento mio e di Mario Tedeschini Lalli al laboratorio intitolato “Strumenti gratuiti (o quasi) per il giornalista digitale“. È stato uno dei tre laboratori organizzati dall’Ona (Online News Association). Gli altri due sono stati tenuti da Rosa Maria Di Natale (“Oltre il telefonino, strumenti per la cronaca multimediale in mobilità”) e da Barbara Sgarzi (“Twitter Masterclass: trucchi e strumenti avanzati per giornalisti“).

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

19/11/2012 at 3:01 am

Uso delle virgolette: minimalismo ma non troppo

leave a comment »

Vorrei fondare il Mipidd (Movimento intergalattico per il discorso diretto) o il Micvac (Movimento intergalattico contro le virgolette a cazzo). I soci forse non sarebbero molti, ma sarebbero sicuramente buoni e sarebbero tutti coloro che odiano titoli o testi (su giornali, tv, radio, internet, ovunque) fra virgolette, perché attribuiti a qualcuno, ma che nessuno ha mai detto perché sono le cosiddette "sintesi giornalistiche". Che è una bella espressione per far dire a qualcuno qualcosa che non ha mai detto. Avete presente quelle frasi tipo: "Io, nell'inferno del Pakistan" oppure "Juventus, arrivo!" oppure "Niente furbate, processo breve è priorità"? Pago una cena (anche due, crepi l'avarizia) a chi è in grado di dimostrarmi che un turista, un giocatore di calcio o un politico in questi giorni abbiano detto queste frasi, tutte tratte da titoli di giornali e tutte fra virgolette. Ho parlato di titoli, ma lo stesso ragionamento vale spesso per i testi, soprattutto per le interviste.

Leggi il seguito di questo post »

Written by Carlo Felice Dalla Pasqua

21/08/2010 at 5:27 pm